Al fine di fornire un servizio migliore il sito web www.cislmedici.it utilizza i Cookies nel rispetto delle norme vigenti in materia di tutela dei dati personali.
Formazione a Distanza
Partners e Convenzioni
HD Legal
Partners e Convenzioni
Marsh Professionisti
Video 4° Congresso Nazionale
MEDICI E CITTADINI: UNA NUOVA ALLEANZA PER LA PERSONA E PER IL LAVORO
Link Utili

PAPOTTO (CISL MEDICI) MEDICI E SANITARI: GLI INDISPENSABILI

12/12/2017

 

Oggi i medici hanno scioperato, l’adesione è stata alta, adesso inizierà la giostra dei numeri tra chi parlerà di grande successo e chi di scarsa adesione con conseguente “solfa“ sulla disaffezione ed inutilità della lotta sindacale – lo ha dichiarato Biagio Papotto, Segretario Generale CISL Medici che ha così proseguito - Fare il medico ed il sindacalista è missione ardua e faticosa ma essere medici, sindacalisti e pazienti lo è ancora di più. Si proprio chi tutela la salute difende i diritti e usufruisce di un servizio sanitario nazionale universale può percepire il sottile piano di smantellamento di questo servizio, fondi di ricerca ridotti, borse di studio tagliate, riduzione della formazione delle professionalità, totale assenza di fondi per la retribuzione del personale, ecco la ricetta fatale. E’ notizia proprio di oggi che il pianeta salute è stato il primo e più efficace nella lotta alla corruzione dotandosi prima e meglio di strumenti di lotta serrata al latrocinio ed al malcostume, siamo “eccellenti” anche in questo!!!

A questo punto – continua Papotto - la domanda nasce spontanea, ci meritiamo questa classe politica che nell’assalto alla diligenza delle varie leggi di stabilità non si ponga neanche il problema, che esistono donne e uomini “eccellenti” che tutelano il nostro benessere psicofisico che da 8 lunghi anni hanno un contratto di lavoro scaduto un turnover bloccato ed un età sempre più alta?

Ditelo subito agli individui che popolano questa nazione che la salute non è tra le priorità di questo paese, abbiate il coraggio delle vostre azioni! 

Sappiate però – conclude Papotto - che noi medici e sanitari saremo li a lottare perché è il nostro credo, perché “ci sono uomini che lottano un giorno e sono bravi, altri che lottano un anno e sono più bravi, ci sono quelli che lottano più anni e sono ancora più bravi, però ci sono quelli che lottano tutta la vita: essi sono gli indispensabili”

IL PERCHE' DI UNO SCIOPERO di Biagio Papotto

06/12/2017

 

durante la manifestazione del 30 novembre che ha annunciato lo sciopero dei medici del 12 dicembre prossimo venturo, abbiamo avuto diversi spunti di riflessione e vivaci scambi di opinioni tra rappresentanti politici e sindacali, ma con profonda amarezza, abbiamo potuto trarre diverse conclusioni che tenterò di riassumere in pochi punti:

1)      Tutta la politica NON ha nei propri programmi il sistema sanitario nazionale all’ordine del giorno tranne e solo per tagliare spese e prestazioni

2)      Gli 8 anni senza contratto dimostrano il totale disinteresse per una categoria che dedica la propria vita al prossimo e non si tratta di una questione di soldi ma di RISPETTO

3)      Il taglio del numero delle borse di studio per gli specializzandi dimostra la volontà di ritenere un sistema sanitario pubblico non strategico

4)      Il progressivo taglio di prestazioni ed il favorire l’assistenza integrativa a carico della fiscalità generale e dei cittadini, che al loro svalutato salario devono togliere anche l’OBOLO per la salute, è l’ennesimo regalo alle potenti lobby economiche che accumulano ulteriori benefit a danno dei pazienti.

5)  Lo scientifico dirottamento delle risorse “risparmiate” dalle “razionalizzazioni” e dai tagli al SSN verso altri lidi.


Potremmo continuare ma sarebbe noioso e tedioso per chi in questo momento ci legge e sta magari lottando contro il male, si certo proprio loro i “MALATI” che oggi il sistema chiama “UTENTI”, che sono l’unico motivo per cui quelli col camice bianco combattono, perché sono tutti uguali, tutti bisognosi di cure eccellenti e non “essenziali” a cui chiediamo SCUSA per un sciopero che non avremmo mai voluto fare ma che il teatrino della politica ci costringe a fare.

Anzi chiediamo ai nostri ammalati e ai cittadini tutti di manifestare in piazza il 12 dicembre con i propri medici e dirigenti sanitari per aiutarci a salvare questo ssn pronto al collasso.

PAPOTTO: (CISL MEDICI) INCONTRO AL MINISTERO DELLA SALUTE SULLA SICUREZZA SUI POSTI DI LAVORO

05/12/2017

In data odierna si è svolto al Ministero della Salute un incontro tra la CISL Medici e il direttore
generale della Programmazione sanitaria del Ministero della Salute Andrea Urbani, il Capo di
Gabinetto Giuseppe Chinè e il funzionario del Ministero della Salute Dott.ssa Angela De Feo...

SANITA' - PAPOTTO (CISL MEDICI): LE REGIONI NON HANNO PIU' ALIBI

24/11/2017

 

“Il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione On. Marianna Madia ha finalmente emanato la circolare esplicativa sui precari, in cui è stata inserita anche la stabilizzazione dei medici”. Lo ha dichiarato Biagio Papotto, Segretario Generale della Cisl Medici – che ha così proseguito: "La circolare consente la stabilizzazione dei precari con anzianità di servizio di almeno tre anni che hanno superato procedure selettive, tipo avvisi pubblici per titoli e/o esami: tutti i Dirigenti sanitari a tempo determinato, essendo stati assunti con selezione pubblica per titoli, sarebbero stabilizzabili, non solo inseriti nelle graduatorie dei concorsi a tempo indeterminato.

Da questo momento le Regioni e di conseguenza le Aziende Ospedaliere, Sanitarie e IRCCS non hanno più alibi e devono per forza applicarla.

La Cisl Medici – conclude Papotto - vigilerà affinchè tale circolare venga recepita nel più breve tempo possibile”.

Notizie dalle Regioni
Donne CISL Medici
Galleria Fotografica
Decidiamo insieme il nostro futuro
Video CISL Giovani Medici, presentato nel corso dell'Assemblea Nazionale Organizzativa CISL Medici. ...
Contatti CISL medici
CISL Medici
Via Giovanni Amendola, 46
00185 Roma
Tel: 06 84241501
Fax: 06 8547289
e-mail: cislmedici@cisl.it