Al fine di fornire un servizio migliore il sito web www.cislmedici.it utilizza i Cookies nel rispetto delle norme vigenti in materia di tutela dei dati personali.
Home > Sentenze in sanità > Corte di cassazione - sezione lavoro - sentenza n....

CORTE DI CASSAZIONE - SEZIONE LAVORO - SENTENZA N. 8925-2015 - Legittimo il licenziamento del dipendente che per giustificare la propria assenza produce certificati medici falsi.

04/5/2015
Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 8925 del 5 maggio 2015.
Il caso trae origine dal licenziamento intimato ad una lavoratrice sulla base di addebito disciplinare costituito da due assenze dal lavoro che la medesima aveva cercato di giustificare attraverso la produzione di certificazioni sanitarie risultate false.
La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso presentato dalla lavoratrice. Osservano, sul punto, gli Ermellini come correttamente la Corte territoriale non abbia tralasciato di eseguire un’autonoma valutazione della gravità degli addebiti disciplinari nel momento in cui si è riferita all’accertata intensità del dolo evincibile dalle modalità fraudolente, quali l’utilizzazione di certificati sanitari falsificati, modalità, queste, che inducevano a ritenere inaffidabile la lavoratrice, nei cui confronti appariva giustificato il licenziamento, proprio in considerazione del fatto che si trattava di soggetto capace di commettere illeciti pur di ottenere un vantaggio di ben modesta entità, come quello della mancata prestazione lavorativa per le brevi assenze.

Archivio: sentenze in sanità

Naviga attraverso l'archivio filtrando per data.
Anno:
Notizie dalle Regioni
Donne CISL Medici
Galleria Fotografica
Decidiamo insieme il nostro futuro
Video CISL Giovani Medici, presentato nel corso dell'Assemblea Nazionale Organizzativa CISL Medici. ...
Contatti CISL medici
CISL Medici
Via Giovanni Amendola, 46
00185 Roma
Tel: 06 84241501
Fax: 06 8547289
e-mail: cislmedici@cisl.it